www.dreamrunners.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Notizie locali

ERA ORA

barbi

Il Tribunale Nazionale Antidoping ha squalificato a vita Roberto Barbi

L'atleta, 43 anni, era risultato positivo per eritropoietina ricombinante e per efedrina alla mezza maratona di Mende (Francia) il 20 luglio scorso. La squalifica a vita perché si tratta di terza violazione: molto nota quella per Epo ai Mondiali di Edmonton 2001, in seguito alla quale aveva confessato e aveva avuto una riduzione della squalifica da quattro anni a 25 mesi. Di seguito riportiamo uno stralcio del verbale di confessione dopo la prima squalifica:

Leggi tutto...
 

Riccardo vola al lago

GRANDE PROVA ALLA STRASIMENO

Buon risultato del Nostro Riccardo alla Strasimeno traguardo mezza maratona.

Con il tempo di 1.11.48  Riki ha dimostrato che le lunghe distanze lo esaltano,pur allenandosi per gare che non superano  8 km, ma domenica al lago trasimeno, complice anche una giornata limpida e serena che a attenuato i sintomi dell'allergia di cui  Riccardo soffre ; l'atleta della Pro Patria ha sbarazzato la concorrenza, facendo registrare anche il record del percorso, detenuto fino a ieri guarda caso proprio dal suo allenatore Francesco Fracassini; e pensare che Riccardo si e' dovuto fermare ad un passaggio a livello chiuso, perdendo circa 40''.

 

Un uomo solo al comando la sua maglia è bianco-rossa il suo nome è Andrea Pirilli...

Scusate se scomodiamo i "santi", citando la più mitica delle frasi pronunciate nella storia dello sport, (Mario Ferretti, all'apertura della radiocronaca della Cuneo - Pinerolo del 1946, riferita a Fausto Coppi). Ma ieri sulle rampe che conducono al Castello di Magione il nostro Andrea si è consegnato definitivamente alla storia.

Complimenti Andrea!

Vedi le classifiche e la rassegna stampa.

 

Pirilli Day..... il volantino  

Le foto  e lo straordinario video.

News:
  • 27/07 - ore 16:00 - ordinata porchetta da 20 kg, e 200 panini, da domani tutti a dieta!
  • 27/07 - ore 17:00 - trattativa con una nota azienda per un formidabile spettacolo Piro-tecnico.
  • 27/07 - ore 22:15 - posticipati di un giorno per improrogabili impegni della consulente per l'immagine Michela Pannacci gli appuntamenti della "vestizione" e del "rinnovo del look" .
  • 28/07 - ore 8:30 - confermata la presenza di numerosi V.I.P. alla manifestazione: tra gli altri, Il Boncio, Il Falomino Col Falomone, Ciuffettino e la sua AVIS Runner Band, Byzyo e gli Adepti Cidippini.
  • 28/07 - ore 13:30 con un giorno di anticipo completata la vestizione del mito, il colore è ..... viola.
  • 28/07 - ore 23:15 - la IAAF inserisce Andrea Pirilli nella Hall of Fame dell'atletica mondiale, riportiamo qui sotto e nella nostra galleria dei Miti la traduzione integrale delle motivazioni, a cura di Manu.

  • 30/07 - ore 9:00  - confermato appuntamento alle ore 18:00 da un fantasioso acconciatore di Ellera per il definitivo cambio di look.
  • Il giorno dopo...... è stata una bellissima festa, grazie a tutti per aver partecipato. Tra breve pubblicheremo anche una piccola galleria di foto ed il video della "trasformazione".
  • Ultim'ora, sembra che il Piro questa mattina si sia dinuovo recato dal parrucchiere per ravvivare la capigliatura, ormai è un podista completamente nuovo... addirittura forse oggi non corre per non sciuparla!
 

I Campioni: Gelindo Bordin

gelindo_bordinNato a Lumignano di Longare (Vicenza) il 2 aprile del 1959, GELINDO BORDIN è stato davvero uno dei campioni più straordinari che mai abbia espresso l’atletica italiana, anche sul piano umano.

Probabilmente molti appassionati si sono chiesti come mai i genitori del forte atleta veneto abbiano scelto questo nome un po’ particolare. Gelindo era un carissimo e fraterno amico e compagno d’armi, deceduto purtroppo durante la guerra, di papà Bruno Bordin che lo volle ricordare chiamando con lo stesso nome l’ultimo dei suoi quattro figli.

Gelindo scoprì la corsa per caso. Infatti, come tanti ragazzini del nostro paese la sua prima passione sportiva fu il calcio e addirittura in un ruolo, quello di portiere, che poco ha a che fare con quella che sarebbe stata la sua disciplina, la corsa di lunga lena. Infatti, un giorno, alle scuole medie, l’insegnante di educazione fisica volle punire gli studenti, tra cui il vivace Gelindo, perché nessuno aveva con sé l’abbigliamento appropriato per la lezione, organizzando, nonostante i ragazzi fossero costretti a correre in pantaloni, camicia, maglione e scarponi invernali e malgrado le pessime condizioni atmosferiche, una gara di corsa presso il vicino campo sportivo. Beh, Gelindo non ebbe difficoltà ad aggiudicarsi la vittoria ed il professore, impressionato dalla facilità con cui il quel ragazzino sbaragliò la concorrenza, lo spronò a praticare l’atletica leggera.

Leggi tutto...
 


Pagina 67 di 67
Banner

Tesseramenti

Banner

Sponsor

Banner
A Taverne di Corciano
Banner
Biancheria, tessuti e... tanta cortesia!

Quelli come noi ...

alir006.jpg

Gli utilizzatori di "Internet Explorer" possono incontrare problemi nella visualizzazione delle pagine di questo sito. Vi consigliamo di utilizzare browser più evoluti quali: Firefox, Opera o Chrome.