www.dreamrunners.it

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

GENNAIOLA

gennaiola18

Classifica

Una corsa all'ombra della maestosa Basilica di Santa Maria degli Angeli

In una spledida giornata di sole e con un clima secco, particolarmente favorevole per chi pratica il nobile sport del podismo amatoriale, si è svolta la XXXVI edizione della Gennaiola, 10° Memorial "Vincenzo Cavanna". Competizione assai apprezzata dagli appassionati, tanto da sfiorare solo per la gara competitiva 600 atleti al via, e  molto ben organizzata dagli Amici dell'Aspa Bastia i quali, secondo una consolidata tradizione, agiscono di concerto con la Proloco di Santa Maria degli Angeli.  Ed è proprio di fronte alla maestosità di una delle più visitate Basiliche d'Italia ( nonchè la settima in ordine di grandezza tra tutte le chiese cristiane e da cui deriva il proprio nome la città di Los Angeles ) che alle 10 in punto ha preso il via la corsa.

Una gara di circa 13 km, quasi interamente pianeggiante, la quale ha ricalcato in buona parte il tracciato dell'Invernalissima, ma con una importante diversione di quasi tre chilometri all'interno di uno spettacolare percorso verde su strada sterrata, il quale costeggiava le pendici nord-occidentali del Monte Subasio, laddove si staglia l'imponente sagoma di Assisi con le sue magnifiche strutture medievali.

 Proprio una così lunga variazione, posta nella parte centrale di un percorso altrimenti decisamente scorrevole,  ha contribuito a rendere più interessante la gara, costituendo senz'altro l'elemento tecnico più rilevante da sottolineare. La forte sensazione di sollievo che certamente molti atleti avranno provato nel riprendere, dopo aver ampiamente superato il decimo chilometro, la strada asfaltata, dovrebbe testimoniare l'inaspettato - almeno per chi non conosceva il tracciato di gara- incremento aggiuntivo di energia che il citato segmento ha richiesto. 
  Sul piano organizzativo tutto si è svolto nel migliore dei modi, con una gestione perfetta del percorso da parte sia dei Vigili urbani di Assisi e sia dei numerosi volontari dislocati nei punti più critici, consentendo agli atleti in gara di correre per oltre 13 km in totale assenza di veicoli a motore. Per quanto riguarda l'unico rifornimento posto lungo il tracciato, cosa che ha fatto storcere un po' il naso ai più pignoli,  vi è comunque da rilevare che esso, oltre ad essere gestito in maniera impeccabile, tra le varie bevande a disposizione aveva una ricca dotazione di ottimo tè caldo. Un lusso quest'ultimo assai gradito per chi gareggia su strada in pieno inverno.  
 Inoltre, ci preme segnalare l'ennesima novità tecnologica sperimentata proprio in occasione della Gennaiola dall'affiatata squadra della Dream Chrono, chiamata per la prima volta in questa contrada a svolgere il sempre delicato compito del cronometraggio. Trattasi di una sorta di time-control individuale con cui ogni singolo concorrente giunto al traguardo, avvicinando semplicemente il proprio chip ad un lettore Rfid, è in grado di verificare su un apposito schermo il tempo impiegato e il proprio piazzamento. L'introduzione di questa piccola ma significativa evoluzione nel settore, come ha tenuto a sottolineare il presidente della  Dream Chrono Aniello Greco, dimostra l'ampia versatilità della tecnologia Rfid, la quale consente allo stesso chip di andare ben oltre la funzione del solo cronometraggio, offrendo a chi ne fruisce una potenziale ampia gamma di applicazioni aggiuntive. 
 In conclusione, dopo aver archiviato una magnifica edizione di una delle più prestigiose corse podistiche della nostra regione, non resta che darci convintamente appuntamento al 2019. 
 
             Claudio Romiti
 

Gli utilizzatori di "Internet Explorer" possono incontrare problemi nella visualizzazione delle pagine di questo sito. Vi consigliamo di utilizzare browser più evoluti quali: Firefox, Opera o Chrome.